LABORATORIO DI TECNOLOGIA MECCANICA (sede di Roma)

Macchine per prove meccaniche

Produttore e modello: MTS Alliance RT/50 e MTS Insight 5

 

Disponiamo di due macchine di prova elettromeccaniche con una capacità di 50 kN e 5 kN, rispettivamente.

Attraverso queste macchine, opportunamente equipaggiate, è possibile eseguire diverse tipologie di prove di qualificazione tra cui: trazione, compressione, flessione a tre punti e indentazione.

 

 

 

 

 

 

Calorimetro a scansione differenziale (DSC)

Produttore e modello: Netzsch DSC 200 PC

 

Il DSC è uno degli strumenti più utilizzati per l'analisi termica dei materiali, in particolare dei polimeri. Tale calorimetro misura i flussi di calore e le temperature associate alle transizioni esotermiche ed endotermiche. Le proprietà determinabili comprendono le transizioni vetrose, cinetiche e modalità di cristallizzazione, cambiamenti di fase, temperature di fusione, stabilità termica ed ossidativa, cinetiche di cura.

 

 

 

Analizzatore dinamo-meccanico (DMA)

Produttore e modello: Netzsch DMA 242 C

 

L’analisi meccanica dinamica consiste nel valutare come varia con la temperatura il comportamento di un materiale sottoposto ad un carico periodico. Con questa tecnica di analisi è possibile studiare il comportamento viscoelastico tipico dei materiali polimerici.

 

 

Analizzatore di superfici

Produttore e modello: Taylor Hobson Talysurf CLI

 

Questo analizzatore di superfici consente una doppia possibilità di scansione, può infatti effettuare misurazioni sia secondo una tecnica di contatto attraverso un tastatore, che secondo una tecnica senza contatto basata sul principio dell’aberrazione cromatica; in quest’ultimo caso si rileva la lunghezza d’onda di un fascio di luce bianca focalizzato sulla superficie e da essa riflesso.

 

 

 

Microscopio ottico

Produttore e modello: Leica DM IRM

 

Tale microscopio consente ingrandimenti fino a 1000x ed è dotato di una videocamera digitale che, insieme ad un programma di acquisizione ed elaborazione di immagini, permette di fotografare il campione in esame ed effettuare su questo analisi dimensionali.

 

 

Laser a diodi

Produttore e modello: Rofin HPDL DL 015

 

Le caratteristiche della sorgente laser sono: potenza 1500 W, lunghezza d’onda 940 nm, dimensione dello spot 3.8x1.2 mm2, dimensione della testa laser 580x180x155 mm3, peso 15 kg. Consente di effettuare trattamenti superficiali e processi di formatura di metalli, permette di realizzare giunzioni di materiali plastici o metallici, stampaggio di polimeri, cura di vernici e indurimento di sabbie prerivestite.

 

 

 

 

Letto fluido

I sistemi a letto fluido di particelle solide si basano sulla teoria della fluidizzazione. La fluidizzazione è l’operazione che porta, durante il processo, le particelle solide in sospensione attraverso l’impiego di un liquido o un gas. L’impianto del letto fluido è costituito da una soffiante, da un diffusore, dall’omogeneizzatore e da una colonna di fluidizzazione. Lavora a pressioni poco superiori a quella atmosferica, rendendo l’impianto molto sicuro. Il letto fluido può essere utilizzato in diversi ambiti: nel lavaggio industriale, nella deposizione di film di materiale ceramico e nella finitura superficiale. Rispetto alle altre tecnologie permette di lavorare senza particolari problemi anche elementi a geometria complessa in quanto il particolato solido durante la lavorazione si comporta come un fluido.

 

Sistema di verniciatura a polvere

Produttore e modello: Naddeo&C

 

È costituito da un sistema per la deposizione elettrostatica manuale di polveri e da una camera termostatata per la cura.

 

 

 

 

Sistema di deposizione HF-CVD

La deposizione chimica da fase vapore (CVD) è un processo chimico usato per produrre materiali solidi ad elevate prestazioni con alto grado di purezza. In un tipico processo CVD, il substrato è esposto a uno o più precursori in fase gassosa, che reagiscono sulla superficie del substrato per produrre il deposito desiderato.

 

Macchina di misura a coordinate

Produttore e modello: DEA HEXAGON Global Classic 05.05.05

 

La macchina di misura a coordinate è un dispositivo meccanico per il controllo dimensionale, basato su un tastatore che determina le coordinate spaziali di punti appartenenti ad un componente. Il sistema a disposizione permette due modalità di scansione: (i) punto-a-punto; (ii) continua. In quest’ultimo caso, è disponibile anche un software in grado di ricostruire la forma a partire dalla nuvola di punti misurata.

 

 

 

Reometro

Produttore e modello: TA Instruments AR 2000ex

 

Questo strumento è un reometro a controllo di tensione, deformazione e velocità. È usato per misurare il modo con il quale un fluido o una sospensione fluisce in risposta ad una forza applicata. Viene impiegato per quei fluidi che non possono essere descritti con un singolo valore di viscosità e che richiedono la misura di diversi parametri per la valutazione della stessa.

 

 

 

 

Micro scratch tester

Produttore e modello: CSM Instruments MST

 

Il micro scratch tester è impiegato per caratterizzare la resistenza d’interfaccia di film sottili e rivestimenti; è anche usato nell’analisi di coating organici ed inorganici, soffici e duri.

 

 

Tribometro

Produttore e modello: CSM Instruments Standard Tribometer

 

Questo strumento è usato per analizzare l’attrito e l’usura di parti in movimento. In un test tribologico, un pin con estremità sferica o piatta è caricato sul campione applicando una forza nota. Il coefficiente d’attrito è determinato durante il test misurando la forza di deflessione sul braccio. I coefficienti di usura del pin e del materiale in esame sono calcolati a partire dal volume del materiale perso durante il test.

 

 

 

 

Martinetti idraulici

Produttore e modello: Enerpac VLP e Cizeta P.I. 100

 

Questi due martinetti idraulici sono caratterizzati rispettivamente da un carico massimo di 100 kN e 1000 kN.

 

 

Pressa a piatti piani

Produttore e modello: ATS faar

 

Tale pressa è idonea per processi di stampaggio di compositi. È un sistema idropneumatico corredato da un programmatore digitale a microprocessore per la regolazione dei cicli termici. I piatti possono essere riscaldati fino a 250°C. La forza massima esercitabile è di 264 kN, le dimensioni dei piatti sono 300x300 mm2, la luce tra le due superfici è regolabile da 0 a200 mm.

 

 

 

 

 

Forno

Produttore e modello: Nabertherm L5

 

Tale forno è di tipo a muffola. La temperatura massima è di 1200°C e permette di impostare dei programmi di temperatura. La camera è profonda 38 mm, larga 20 mm e alta 20 mm. Una termocoppia consente di conoscere la temperatura all’interno della camera con un’approssimazione di 5°C.

 

 

Macchine utensili

 

Nel laboratorio vi è un tornio parallelo ed una fresatrice del tipo knee and column equipaggiata con un elettromandrino ad alta velocità da 24 kW.

 

 

 

 

 

Bilancia analitica

Produttore e modello: Sartorius

 

Capacità: 210 g; sensibilità: 0.01 mg a 80 g e 0.1 mg a 210 g.

 

 

Sega a nastro

Produttore e modello: Bianco 280 man

Figure

Segatrice.jpg

 

 

Troncatrice metallografica

Produttore e modello: Remet TR70

 

 


LABORATORIO PER L'INNOVAZIONE E L'EFFICIENZA TECNOLOGICA ED ENERGETICA DEI PROCESSI INDUSTRIALI
(Sede di Colleferro)

 

 

Pressa per stampaggio ad iniezione

Produttore e modello: Fanuc Roboshot S-2000i 50B

 

È una pressa per stampaggio a iniezione totalmente elettrica.

 

Le principali caratteristiche sono:

  • azionamento elettrico
  • forza di chiusura di 50 t
  • capacità di lavorare materiali caricati (e dunque abrasivi per un comune sistema di stampaggio).

 

Caratteristiche del gruppo di chiusura:

  • chiusura: ginocchiera a 5 punti
  • dimensioni piastre porta stampo: 500x460 mm2
  • corsa di apertura stampo: 250 mm
  • luce tra le colonne: 360x320 mm2

 

Caratteristiche del gruppo di iniezione:

  • massimo volume iniettabile: 50 cm3
  • massima pressione di iniezione: 210 MPa

 

 

 

Calorimetro a scansione differenziale (DSC)

Produttore e modello: Perkin Elmer DSC6

 

Il DSC è uno degli strumenti più utilizzati per l'analisi termica dei materiali, in particolare dei polimeri. Tale calorimetro misura i flussi di calore e le temperature associate alle transizioni esotermiche ed endotermiche. Le proprietà determinabili comprendono le transizioni vetrose, cinetiche e modalità di cristallizzazione, cambiamenti di fase, temperature di fusione, stabilità termica ed ossidativa, cinetiche di cura.

 

 

 

Spettrofotometro UV-Vis

Produttore e modello: Perkin Elmer Lambda 2

 

Uno spettrofotometro è un dispositivo che consente di misurare l’intensità della luce in funzione della lunghezza d’onda. In particolare, questo spettrofotometro è impiegato nella regione del visibile e dell’UV. L’applicazione più comune degli spettrofotometri è la misura dell’assorbimento della luce, ma possono essere usati anche per misurare la riflettività diffusa o speculare.

 

 

Macchine utensili

 

Nel laboratorio vi è un tornio parallelo ed una fresatrice del tipo knee and column con visualizzatore.

 

 

 

 

 

LINK CORRELATI Torna alla pagina del gruppo di Ricerca Tutti i Laboratori